venerdì, Luglio 1, 2022

Il vescovo di Würzburg: donne ordinate nella Chiesa cattolica? Me lo aspetto… (kirche-und-leben.de)

Don Paolo Zambaldi
Don Paolo Zambaldi
Cappellano nelle parrocchie di Visitazione, Regina Pacis, Tre Santi e Sacra Famiglia (Bolzano).

Mons. Franz Jung, vescovo cattolico di Würzburg, non fa fatica ad immaginarsi l’ordinazione di donne nella Chiesa nel prossimo futuro.

I vescovi tedeschi vogliono portare con forza e convinzione questo tema al Sinodo mondiale.

La Germania vuole essere l’apripista per l’ordinazione diaconale delle donne… Un primo passo importante!

Il vescovo di Würzburg, mons. Franz Jung ritiene che, nel prossimo futuro, la consacrazione delle donne nella Chiesa cattolica diventerà prassi. In un’intervista alla rivista “Main-Post”, alla domanda: “Quindi lei riesce ad immaginarsi donne consacrate nella nostra Chiesa?”, il presule ha risposto in modo netto: “Sì”. “Il sinodo mondiale renderà visibile che non siamo i soli a muoversi in questo senso e speriamo che la tematica venga inserita nell’ordine del giorno”.

Nel corso delle riunioni del Cammino sinodale tedesco, i partecipanti hanno votato a larghissima maggioranza per “avviare un processo ecclesiale nazionale e universale con l’obiettivo di aprire il ministero sacramentale alle donne”, ha proseguito Jung.

Ordinazione di donne come diaconi: un primo passo importante

In un testo sinodale dedicato proprio a questo tema, è stato anche affermato e deciso (a larga maggioranza!) che la Chiesa in Germania lotterà per ottenere un permesso eccezionale, secondo il quale le donne avranno pieno accesso al diaconato: “Percepisco chiaramente che su questo punto abbiamo un consenso ampio all’interno del Dbk (Conferenza episcopale di Germania), ma anche nelle Conferenze episcopali dei paesi di lingua tedesca”.

Alla domanda riguardo il celibato obbligatorio e se esso debba essere definitivamente abbandonato, il vescovo di Würzburg si mostrato aperto e a favore di una maggiore libertà. Jung spera che nel prossimo futuro ci sia per i preti la possibilità di poter scegliere tra uno stile di vita celibe e il matrimonio. (…) Ma se anche il celibato obbligatorio dovesse essere abbandonato, ha sottolineato Jung, “non credo che ci sarebbe una grande corsa per entrare in seminario”.

Forte impulso alla riforma

(…)

Riguardo allo scandalo degli abusi e della perdita di credibilità della Chiesa, il vescovo si è dichiarato convinto che: “Questa crisi darà un forte impulso alla riforma… una Chiesa che può, e deve, essere riformata”. Tuttavia, ogni riforma comporta “la rottura di vecchie certezze, il cambiamento delle cose e l’emergere di qualcosa di nuovo”.

Tre cose sono particolarmente importanti per Jung: “Tornare a pregare con un animo rinnovato. La parola chiave è contemplazione. Andare ai margini, nelle periferie, per avere il coraggio di parlare. Inoltre non si può dimenticare il legame tra carità e pastorale. Se stiamo diventando sempre meno come credenti, e se vogliamo proclamare la fede, allora dobbiamo essere presenti dove le persone cercano il nostro aiuto e rendono esplicito il loro bisogno di sostegno”.

(Liberamente tradotto da don Paolo Zambaldi)

Articolo in lingua originale:

https://www.kirche-und-leben.de/artikel/wuerzburger-bischof-weihe-von-frauen-in-der-kirche-vorstellbar?

Supporta Don Paolo Zambaldi con una donazione con PayPal.

Ultimi post

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dalla stessa categoria