giovedì, Dicembre 1, 2022

Con gli occhi dei poeti: “Quelli che stanno in alto” di Bertolt Brecht (by ELISA_451)

Don Paolo Zambaldi
Don Paolo Zambaldi
Cappellano nelle parrocchie di Visitazione, Regina Pacis, Tre Santi e Sacra Famiglia (Bolzano).

Quelli che stanno in alto”

Quelli che stanno in alto si sono riuniti in una stanza.

Uomo della strada lascia ogni speranza.

I governi firmano patti di non aggressione.

Uomo qualsiasi, firma il tuo testamento.

(Bertolt Brecht)

Quelli che “stanno in alto” si mettono d’accordo sempre.  Per loro la gente della strada, gente che vive del suo lavoro è un inutile orpello, si aspettano che obbedisca  e soffra, e perfino muoia in modo che il loro potere sia sempre più incontrastato.

Chiusi nelle loro stanze si mettono d’accordo su come salvaguardare i loro interessi.

Nei loro consigli di guerra, nelle loro finte assemblee, firmano patti che non riguardano la nostra vita, la nostra salvezza, la nostra dignità. Tutti insieme salvaguardano se stessi, i ricchi del mondo. E mentre dicono “pace” pensano “guerra”, mentre dicono “giustizia” pensano a come tenersi il bottino. Mentre dicono “non preoccupatevi” han già deciso la nostra fine.

In quelle stanze naufraga la nostra speranza di essere considerati uomini. Nessuno dei responsabili dei popoli che si alzi e dica : “NO”!

Per quanto taceremo ancora?

by ELISA_451

Supporta Don Paolo Zambaldi con una donazione con PayPal.

Ultimi post

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dalla stessa categoria