Free Porn
domenica, Giugno 23, 2024

Caro Papa Francesco, ora non so proprio cosa fare! (Suor Katharina Kluitmann)

Don Paolo Zambaldi
Don Paolo Zambaldi
Cappellano nelle parrocchie di Visitazione, Regina Pacis, Tre Santi e Sacra Famiglia (Bolzano).

Il Vaticano ha bloccato per il momento la creazione di un comitato sinodale permanente in Germania. Suor Katharina Kluitmann, membro del Sinodo, si rivolge ora direttamente al Papa nel suo intervento in esclusiva per Kirche+Leben. La suora germanica chiede a Francesco di impegnarsi seriamente nel dialogo.

Caro Papa Francesco, non so più cosa fare! Amo Gesù fin da quando ero bambina – e la Chiesa, che mi permette di vivere i sacramenti. Ho studiato teologia, ho prestato servizio nella pastorale e ho lavorato come psicologa/consulente per sostenere le persone impegnate in un ministero all’interno della Chiesa. Mi sono consacrata a Dio e conduco una vita da religiosa. La professione del nostro ordine parla essenzialmente di “raggiungere un amore perfetto al servizio di Dio e della Chiesa”. Questa settimana, durante una liturgia della parola, ho tenuto un sermone quaresimale sul tema: “Amare la Chiesa in questo momento”.

Questo amore per la Chiesa è attualmente messo a dura prova. Lei caro Papa e la Curia ponete sempre nuovi ostacoli ai nostri sforzi per essere una Chiesa sinodale in Germania. I nostri pastori, i vescovi, hanno avviato con coraggio questo percorso. Le cause sistemiche degli abusi richiedevano una riforma urgente e radicale. Purtroppo, nella sua lettera del 2019 non ha nemmeno menzionato questo tema trattato dal cammino sinodale. Ciononostante, ci siamo sforzati di servire l’evangelizzazione da voi richiesta, in fedeltà alla nostra coscienza e in conformità al diritto canonico.

Kluitmann: non riusciamo a trovare ascolto a Roma

Volete una cultura dell’ascolto, ma vi rifiutate di parlare con tutta la leadership del percosro sinodale. Questo non lo capisco. Perché state promuovendo proprio ciò contro cui (almeno a parole!) state combattendo: le comunicazione indirette che sanno di avvertimento, attraverso i media, attraverso gli opachi canali di Curia. Noi abbiamo percorso questo cammino, con un enorme investimento di energie, tempo e competenze. L’abbiamo percorso, nella preghiera e nel dialogo, nel confronto e in un ascolto sempre attivo e attento. A Roma, però, non troviamo mai attenzione.

Quello che sta accadendo sta allontanando dalla Chiesa credenti che erano tra i suoi figli e figlie più fedeli. Oggi vi prometto che resterò. Ma non so per quanto tempo ancora avrò la forza di lavorare per la riforma di una Chiesa che mi rende difficile amare. Mi affido al Dio trinità d’amore, che è vita e che dà vita, in eterna comunicazione/relazione – in sé e con noi.

Suor Katharina: Cercate il dialogo!

Le chiedo di agire responsabilmente riguardo la nostra Chiesa in Germania e di cercare il dialogo con la leadership del Cammino sinodale. Altrimenti condividerete la responsabilità se ci sarà un ulteriore esodo in uscita dalla nostra Chiesa!

Uniti nella preghiera e nell’amore per Dio e la Chiesa
Vostra sorella Katharina

19 febbraio 2024

(liberamente tradotto da: Paolo Zambaldi)

https://www.kirche-und-leben.de/artikel/lieber-papst-franziskus-jetzt-weiss-ich-wirklich-nicht-mehr-weiter

Supporta Don Paolo Zambaldi con una donazione con PayPal.

Ultimi post

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dalla stessa categoria