Free Porn
giovedì, Giugno 20, 2024

L’ultima Luna di Settembre: un film poetico e mai retorico

Don Paolo Zambaldi
Don Paolo Zambaldi
Cappellano nelle parrocchie di Visitazione, Regina Pacis, Tre Santi e Sacra Famiglia (Bolzano).

L’ultima Luna di Settembre (Harvest Moon)

Regista: Amarsaikhan Baljinnyam

Genere: Drammatico

Anno: 2022

Paese: Mongolia

Durata: 90 min

Data di uscita: 21 settembre 2023

Distribuzione: Officine UBU

Trama: Tulgaa fa ritorno dopo anni al suo villaggio natale nelle steppe della Mongolia per assistere l’anziano padre malato. Dopo la sua morte, sceglie di restare nella iurta paterna fino «al calare dell’ultima luna piena di settembre», per mantenere una promessa fatta al padre. Nel corso della sua permanenza conosce il piccolo Tüntüülej, che vive coi suoi nonni, al quale si affezionerà come a un figlio, interpretando per il bambino la parte del genitore amorevole che a lui è mancato. Ma la data prefissata si avvicina, e Tulgaa si rende conto che gli sono rimasti pochi giorni da passare insieme a Tüntüülej prima del suo ritorno in città.

Commento: Un film prezioso, poetico, mai retorico che parla di relazioni, di promesse, di famiglia e di amicizia.

Una pellicola piacevole che, sul palcoscenico incantato della steppa mongola, racconta una storia vera che costringe tutti a “rallentare”, a tornare all’essenziale, a riflettere.

Riso, pianto e stupore si mescolano in quest’opera prima del regista Baljinnyam e ci regala una prospettiva “altra” (meno occidentale) sul mondo e su ciò che conta veramente nella vita.

don Paolo Zambaldi

Supporta Don Paolo Zambaldi con una donazione con PayPal.

Ultimi post

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dalla stessa categoria