domenica, Febbraio 25, 2024

Black Mirror: una serie “dark” di cui non avrete mai abbastanza

Don Paolo Zambaldi
Don Paolo Zambaldi
Cappellano nelle parrocchie di Visitazione, Regina Pacis, Tre Santi e Sacra Famiglia (Bolzano).

Black Mirror

Ideatore: Charlie Brooker

Genere: Serie TV/Fantascienza/Surreale

Anno di inizio: 2011

Paese: Gran Bretagna

Durata puntate: 45 min

Stato: In produzione (6 stagioni)

Distribuzione: Netflix

Trama: Ogni episodio della serie è autoconclusivo, e il filo conduttore di ognuno è l’incedere e il progredire delle nuove tecnologie, l’assuefazione ad esse e i loro rischi ed effetti collaterali. Vengono immaginate e ricreate diverse situazioni del recente passato, presente o futuro in cui una nuova invenzione tecnologica o un’idea paradossale ma realistica ha, in qualche modo, reso instabili la società e i sentimenti umani.

Commento: 6 stagioni (fino ad ora!) che vi terranno attaccati allo schemo e che continuerranno a stimolare la vostra curiosità!

Ogni episodio è una storia, una vita, un’universo a sè stante… Una serie che vi porterà “oltre lo specchio” in un mondo in cui paure, fantasie e riflessioni (mai banali!) sui nostri valori/società/stile di vita, si intrecciano in un’atmosfera, molto “dark”, tipicamente inglese.

Tra i migliori episodi (valutazione difficile e totalmente personale…): Orso Bianco (seconda stagione), Zitto e balla (terza stagione) e Demone 79 (sesta stagione).

Una particolare menzione merita anche lo spin-off “Black Mirror: Bandersnatch” film TV interattivo (in Bandersnatch è lo spettatore a prendere le decisioni per il protagonista…) pubblicato su Netflix nel dicembre 2018.

don Paolo Zambaldi

Supporta Don Paolo Zambaldi con una donazione con PayPal.

Ultimi post

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dalla stessa categoria