domenica, Novembre 27, 2022

La teologa di Münster: la Chiesa deve avvicinarsi con apertura alle persone queer (kirche-und-leben.de)

Don Paolo Zambaldi
Don Paolo Zambaldi
Cappellano nelle parrocchie di Visitazione, Regina Pacis, Tre Santi e Sacra Famiglia (Bolzano).

-La teologa di Münster Marianne Heimbach-Steins chiede che la Chiesa riconosca finalmente il valore e l’importanza della diversità di genere.

-La studiosa tedesca chiede che nessuno venga escluso dalla cura pastorale a causa dell’identità sessuale o di genere.

-A nessun* dovrebbe essere negata una benedizione!

Marianne Heimbach-Steins, teologa di Münster, ha esortato ancora una volta la Chiesa cattolica ad aprirsi maggiormente alle persone queer e nonbinary. Il riconoscimento della diversità di genere è qualcosa di atteso da tempo nel mondo cattolico, ha dichiarato Heimbach-Steins in un articolo per la “Herder Korrespondenz“. “Le persone intersessuali e transessuali rappresentano la diversità, la ricchezza e la bontà della creazione di Dio”.

In particolare, la teologa chiede che nessuno venga escluso dal lavoro pastorale a causa della sua identità sessuale o di genere. Né si deve negare a nessuno una benedizione… Heimbach-Steins sostiene fermamente come siano necessari cambiamenti nella teologia e nella pratica affinché “la Chiesa non si renda più colpevole di ostacolare, per un’errata lettura della realtà, l’accesso al Vangelo e alla fede di tante persone”.

Le persone queer lottano per il loro riconoscimento

Una riflessione teologica sulla sessualità e sull’identità di genere è anche oggetto del processo di riforma del Cammino sinodale. Heimbach-Steins ha sottolineato che le attuali lotte e rivendicazioni delle persone queer per il loro riconoscimento, possono essere intese come “segni dei tempi”. (…).

www.kirche-und-leben.de, 27 ottobre 2022

(Liberamente tradotto da don Paolo Zambaldi)

Articolo completo in lingua tedesca:

https://www.kirche-und-leben.de/artikel/muensteraner-theologin-kirche-muss-offen-auf-queere-menschen-zugehen

Supporta Don Paolo Zambaldi con una donazione con PayPal.

Ultimi post

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dalla stessa categoria