mercoledì, Ottobre 5, 2022

Synodaler Weg verso la 4a Assemblea generale. Johanna Müller: “Alle parole devono seguire cambiamenti reali!” (kirche-und-leben.de)

Don Paolo Zambaldi
Don Paolo Zambaldi
Cappellano nelle parrocchie di Visitazione, Regina Pacis, Tre Santi e Sacra Famiglia (Bolzano).

La quarta Assemblea generale del Sinodo di Germania/Synodaler Weg inizierà l’8 settembre a Francoforte – con importanti temi sul tappeto e tante decisioni da prendere… Cosa si aspettano, sperano e temono i delegati della diocesi di Münster? “Kirche-und-Leben.de” ha chiesto a otto di loro. Oggi: Johanna Müller di Harsewinkel-Marienfeld, la più giovane delegata all’assemblea sinodale.

Che ruolo avrà la grave crisi della diocesi di Colonia (con tutte le sue conseguenze!) sull’assemblea di Francoforte?

Penso che la grave e lunga crisi della diocesi di Colonia non debba avere un ruolo particolare (o “centrale”) a Francoforte. A mio parere, la situazione è completamente fuori controllo. Naturalmente, questa situazione ha avuto un impatto sull’intera Chiesa cattolica di Germania. Ma l’Assemblea sinodale non può entrare “direttamente” nella grave crisi di Colonia. L’argomento non dovrebbe essere centrale per l’assemblea, perché ci sono numerose altre questioni importanti alle quali dovremmo dedicare tempo ed energie… E si spera che le nostre decisioni possano portare a cambiamenti reali e duraturi!

Nella prossima Assemblea sinodale si dovranno prendere decisioni importanti e “rivoluzionarie”… ad esempio su temi come il celibato obbligatorio, la morale sessuale, la questione LGBT/queer, la creazione di un consiglio sinodale permanente… Quali sono le vostre speranze e le vostre preoccupazioni su questi temi?

Il testo del Forum II sullo stile di vita dei sacerdoti vorrebbe “blindare” il celibato con affermazioni che personalmente trovo piuttosto inappropriate a questo punto. Nonostante tutto c’è la speranza che l’assemblea si esprima chiaramente per l’abolizione del celibato obbligatorio. Trovo che i testi che trattano la sessualità (anche per quanto riguarda la pastorale queer) siano molto ben riusciti e sarebbe un segno importante se venissero confermati. Importantittisimo sarebbe che essi diventassero documento ufficiale Cammino Sinodale e quindi “testi ufficiali della Chiesa”. Tuttavia, sarebbe un segnale altrettanto significativo se non ottenessero la maggioranza: le persone omosessuali sarebbero ancora una volta discriminate. Vedo grandi opportunità nell’istituzione di un Consiglio sinodale permanente. Cambierebbe radicalmente la struttura istituzionale della Chiesa in Germania e anche la funzione dello ZdK (Comitato dei laici) e della DBK (Conferenza episcopale) nel lungo periodo. Spero che abbiano tutti il coraggio di fare questo passo per continuare il dialogo e per decidere insieme cosa è veramente importante… Dimostreremo la serietà del Cammino sinodale della Chiesa cattolica in Germania!

E se la maggioranza dei vescovi rifiutasse questi argomenti?

Al momento è difficile dire cosa succederà… Vedo solo una pressione sempre crescente sulle istituzioni ecclesiali e mi chiedo quanto a lungo potrà andare avanti così. Vedremo cosa succederà… Probabilmente non sarà un passo “facile” ma è un passo necessario!

Cosa succederà alla fine della quarta Assemblea sinodale?

Mi auguro, naturalmente, che il maggior numero possibile di testi venga adottato da un’ampia maggioranza! Ma non ci fermeremo qui… Con la quarta Assemblea sinodale siamo in dirittura d’arrivo nel processo di riforma ma alle parole, alle prese di posizione, alle votazioni devono seguire cambiamenti reali! Al termine dell’Assemblea dovranno essere previsti passi successivi e molto concreti! (…)

Kirche+Leben, 4 settembre 2022

https://www.kirche-und-leben.de/artikel/worten-muessen-veraenderungen-folgen-delegierte-zum-synodalen-weg

Chi è Johanna Müller ?

Supporta Don Paolo Zambaldi con una donazione con PayPal.

Ultimi post

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dalla stessa categoria