Ascoltiamo la voce di Dio? (Lev N. Tolstoj)

0
258

Vi è stato detto: occhio per occhio, dente per dente. Ma io vi dico: non opponete resistenza al male (…)” Mt 5, 38-39

Dunque Cristo disse quello che disse. Si può sostenere che il costante adempimento di questo precetto è assai arduo. Si può non concordare sul fatto che ogni uomo, adempiendo questo precetto, sarà beato. Si può dire che è una sciocchezza, come sostengono i miscredenti, che Cristo era un sognatore, un idealista, che enunciava norme irrealizzabili, che i suoi discepoli lo seguivano per balordaggine, ma non si può fare assolutamente a meno di riconoscere che Cristo disse in modo molto chiaro e definito esattamente quello che voleva dire: proprio che l’uomo, secondo la sua dottrina, non deve opporre resistenza alla malvagità e che, quindi, chi ha recepito il suo insegnamento non può opporre resistenza alla malvagità. E malgrado questo, né i credenti né i miscredenti comprendono questo significato semplice e chiaro delle parole di Cristo.

Lev N. Tolstoj, La mia fede, Mondadori, pag.37