lunedì, Aprile 15, 2024

“Gender theory”? Falsità, pregiudizi e nessuna base concreta! (Paolo Zambaldi)

Don Paolo Zambaldi
Don Paolo Zambaldi
Cappellano nelle parrocchie di Visitazione, Regina Pacis, Tre Santi e Sacra Famiglia (Bolzano).

“Purtroppo, i tentativi compiuti negli ultimi decenni di introdurre nuovi diritti, non pienamente consistenti rispetto a quelli originalmente definiti e non sempre accettabili, hanno dato adito a colonizzazioni ideologiche, tra le quali ha un ruolo centrale la teoria del gender, che è pericolosissima perché cancella le differenze nella pretesa di rendere tutti uguali” ha affermato Papa Francesco nel corso dell’udienza con i membri del corpo diplomatico per il tradizionale scambio di auguri di inizio 2024.

“Aridaje!!!” esclamerebbe il grande Alberto Sordi.

Il panico si diffonde “a macchia d’olio”… Chiudete le porte, sbarrate le fineste, nascondete i bambini… il “gender” sta arrivando!

In Italia e in tutto il mondo la psicosi sta montando come un onda nera alimentata da fake news, destre xenofobe e religiose, teorie inventate, esperti da web e pregiudizi elevati a principi morali.

Ma a cosa si fa riferimento quando si parla di “teoria gender” o “gender agenda“?

In realtà al nulla! Una teoria del complotto (al pari dei discorsi sul deep state e Soros che controlla il mondo, sull’Area 51 e Roswell, del “complotto giudaicomassonico”e i protocolli dei Savi di Sion…) nata negli anni ’90 in ambienti tradizionalisti cattolici (ma molto amata anche dalle chiese protestanti omofobe e da molte chiese ortodosse: non proprio fari di moralità e trasparenza!) per cercare di contrastare e delegittimare studi scientifici di genere.

Questo termine inventato, al pari di “Abracadabra” o “Paperopoli” e le nefaste idee che porta con sè, non è riconosciuto da alcuna associazione medico-scientifica seria e accreditata (nè dalle Nazioni Unite, nè dall’American Psychiatric Society, nè dall’Ordine italiano degli psicologi… ma, lo sappiamo, rientreranno tutti nel grande complotto globalista!). Chi la sostiene sono invece gentaglia come Nicolosi, i centri NARTH, medici e piscologi radiati e spesso condannati in sede processuale! (ma si sà… I giudici li controlla tutti Soros!).

Infatti solitamente chi usa espressioni come queste (senza ALCUNA valenza scientifica!!!) sostiene che gli studi di genere, l’inclusione, il rispetto delle diversità e perfino la semplice descrizione della realtà, portino alla distruzione della famiglia tradizionale e dell’ “ordine naturale”… qualsiasi cosa voglia dire nel loro trip mentale.

Eppure queste idee trovano terreno fertile un po’ovunque: in Africa dove si uccidono (per il loro bene!) le persone omosessuali e va ancora di moda la “balla colossale” che l’omosessualità l’hanno portata i bianchi, negli USA dove i trumpiani e i sostenitori del KKK sembrano apprezzare, in Polonia e Ungheria (come in tutto l’Est Europa… Russia e Ucraina comprese!) che hanno una lunga tradizione di amore per chi è “diverso e in molti paesi islamici…

Anche in Italia siamo costretti ad ascoltare continuamente queste assurdità: politici, imbonitori televisivi, casalinghe bigotte, leader religiosi, cantantuccoli e movimenti pro-life vari… e spesso avariati!

Questi soggetti portano avanti battaglie assurde con l’unico scopo di legittimare violenza, esclusione, odio e pregiudizio… Alternando “ad hoc” violenza cattofascista, allarmismo e vittimismo!

Perfino da noi a Bolzano abbiamo gente del genere in consiglio Comunale e Provinciale!

Si usa volutamente l’inglese “gender” per molteplici motivi. Ma essenzialmente per dare credito alle assurdità (suona “ufficiale e scientifico”!) e, al contempo, per sottolineare l’estraneità dalla nostra società/cultura italica e, quindi, per spaventare!

Un po’come quando è apparso nel nostro paese il termine “Spread”.

In realtà indica la differenza di rendimento tra due titoli dello stesso tipo e durata, uno dei quali è considerato di riferimento, in particolare tra i nostri Titoli di Stato e i Bund tedeschi. Qualcosa che è sempre esistito… Ma da quando si è dato un nome straniero ed inquietante anche la “Signora Cesira”, il cui unico rapporto con il mondo della finanza era ritirare la pensione in banca, è diventata un’economista preoccupata dallo “spread”.

“Gender” : una fantasiosa, e soprattutto pericolosa, teoria non scientifica, non reale, non provabile… Basta una veloce ricerca in internet per rendersene conto!

Per concludere voglio lanciare un guanto di sfida: invito chiunque, anche nella mia Chiesa, a sostenere con dati e prove concrete, non con testi o materiale di gente radiata dalla comunità scientifica o finanziata da chiese e gruppi religiosi, l’esistenza di questo complotto mondiale!

Temo non riceverò risposte (serie)!

Paolo Zambaldi

Supporta Don Paolo Zambaldi con una donazione con PayPal.

Ultimi post

1 commento

  1. Update! come volevasi dimostrare, in questi mesi, il risultato è stato quello atteso: 0 risposte serie e qualche matto/fondamentalista/insultatore!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dalla stessa categoria